Oltre 250.000

persone positivamente interessate

769

parametri analizzati nel database automatizzato

Oltre 2.500

cittadini nei workshop e nelle audizioni pubbliche

Attualmente in visione

La sfida

Con la costruzione della più grande linea di trasmissione di energia del mondo, che attraversa il Brasile per una lunghezza di 2539 chilometri, i comuni interessati devono fare in modo di ricevere reali benefici in relazione alla pianificazione territoriale sia urbana che rurale. Arcadis è stata scelta per realizzare lo studio del territorio di 19 comuni e per proporre l'ordinamento attraverso l'elaborazione di piani regolatori comunali, che forniscano le linee guida per la crescita e l'espansione, nonché gli strumenti urbani per garantirne l'efficacia. Queste proposte sono allineate allo sviluppo di città più sostenibili e resilienti e quindi migliorano la qualità della vita dei cittadini. La sfida era quella di coinvolgere i municipi e i loro cittadini affinché comprendessero che il piano regolatore era lo strumento più importante per la pianificazione e lo sviluppo dei comuni e per integrare le aree urbane e rurali tenendo in considerazione e applicando gli aspetti della sostenibilità.

La soluzione

Analizzare e acquisire informazioni esaustive su19 comuni in località e culture così diverse del Brasile è una sfida enorme, a causa degli aspetti geografici e territoriali, della varietà e dispersione dei dati, nonché dei tempi stretti per lo sviluppo del progetto. Al fine di superare questo problema, è stata sviluppata una metodologia in nove fasi, che consiste in: articolazione con i municipi e i comuni; sondaggi tra gli stakeholder; elaborazione della diagnosi municipale sulla base dei dati disponibili online frammentati in modo digitale automatico e anche su visite sul campo in loco; partecipazione popolare attraverso audizioni pubbliche e workshop; analisi integrata del comune attraverso la modellazione parametrica e l'indicatore di capacità infrastrutturale; definizione dei principi e delle linee guida per il piano regolatore; nuova tornata di audizioni pubbliche e workshop; preparazione del disegno di legge da consegnare ai comuni.

L'impatto

Per i 250.000 abitanti che vivono nei 19 comuni coinvolti l'impatto del progetto è stato decisamente positivo, in quanto le loro città si baseranno ora su una nuova legislazione sull'uso del suolo e sulle politiche pubbliche. Supportando lo sviluppo sostenibile di tali città e azioni, stiamo anche creando luoghi in cui le persone possano vivere e prosperare.

  • SCOPRI DI PIÙ

    La legislazione sull'uso del suolo è stata redatta con l'intento di destinare un uso corretto alle fragilità locali dell'ambiente fisico, sia in ambito urbano (come le aree industriali e residenziali) sia in ambito rurale (villaggi rurali e terreni agricoli), per rendere sostenibile l'integrazione. Le politiche pubbliche sono state sviluppate in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile per il 2030 delle Nazioni Unite, includendo diversi settori e comprendendo i punti di forza e i punti deboli dei comuni, quali: sviluppo rurale sostenibile, sviluppo economico urbano, edilizia abitativa, servizi igienici di base, mobilità urbana, salute, istruzione, sicurezza pubblica, ambiente e sicurezza sociale.


Servizi utilizzati

Scrivi a {name} per avere maggiori informazioni

Arcadis userà il tuo nome e il tuo indirizzo email solo per rispondere alla tua domanda. Puoi trovare maggiori informazioni nella nostra Privacy policy.