50-55%

: riduzione di CO2 entro il 2030

10%

: percentuale del fabbisogno di calore da coprire entro il 2030

71 kton

: riduzione di CO2 entro il 2030

Attualmente in visione

La sfida

Una percentuale pari a circa il 90% del fabbisogno di calore di Anversa viene attualmente coperto da combustibili fossili come petrolio e gas, che hanno un impatto negativo sull'ambiente. Questa considerazione ha portato la città fiamminga a cercare alternative sostenibili e accessibili per raggiungere i propri obiettivi climatici per il 2050. Partendo dal proprio piano climatico per il 2030, Anversa vuole accelerare il percorso verso la sostenibilità raggiungendo una riduzione delle emissioni tra il 50 e il 55% rispetto al 2005, il tutto entro il 2030. Una delle strategie che la città belga sta prendendo in considerazione per contribuire al raggiungimento dei propri obiettivi è lo sviluppo di una rete di teleriscaldamento sostenibile e alimentata dal calore residuo.

La soluzione

La rete di teleriscaldamento sostenibile trasporterà il calore residuo dai grandi impianti industriali fino agli edifici urbani tramite apposite tubature sotterranee. L'obiettivo è collegare alla rete l'equivalente di 35.000 abitazioni entro il 2030. Data la vicinanza al porto, che ospita il più importante polo chimico in Europa, Anversa è la candidata ideale alla realizzazione di una rete di teleriscaldamento su grande scala. Un progetto di queste proporzioni è una novità assoluta per il Belgio.

  • SCOPRI DI PIÙ

    Arcadis, la sua controllata Over Morgen e AKD porteranno avanti il progetto nel prossimo triennio. Come si crea una rete sotterranea che copra un'intera città senza scoperchiare tutte le strade nello stesso momento? Come decidere chi dovrà distribuire e usare il calore? Qual è il luogo più adatto per realizzare una rete di teleriscaldamento di questo tipo, ecc.? In qualità di consulenti, abbiamo creato una "tabella di marcia 2030" per guidarci nella realizzazione di questa complessa rete di teleriscaldamento. Inoltre, forniamo alle autorità comunali le nostre competenze tecniche e legali.

    Il comune di Anversa ha identificato nove zone pilota adatte a ospitare le reti di teleriscaldamento. Arcadis e Over Morgen useranno la "tabella di marcia 2030" per consentire ai partner di tali zone di prendere le decisioni giuste in termini di investimenti al fine di sostenere lo sviluppo della rete.

    Oltre ai nostri sforzi nelle zone pilota, siamo al lavoro assieme ai partner per creare un quadro di riferimento per una rete di telelavoro in grado di coprire l'intero territorio di Anversa. In questo senso, la politica definirà quali soggetti potranno usare il riscaldamento e a quali condizioni, e in che modo i nuovi progetti potranno, in futuro, allacciarsi alla rete di teleriscaldamento. Nei primi anni, i consumatori saranno in larga parte edifici di grandi dimensioni. 

     

    A proposito di Over Morgen

    Over Morgen è una società di consulenza leader del settore della transizione al riscaldamento sostenibile nei Paesi Bassi. Over Morgen fornisce servizi di process management, project management e program management, in una sovrapposizione tra sviluppo urbano sostenibile e transizione energetica. L'obiettivo della società è creare un ambiente sempre all'avanguardia. Una rete di teleriscaldamento è una novità assoluta per il Belgio. Arcadis collabora nei Paesi Bassi con la propria controllata Over Morgen, che ha già ampia esperienza nella realizzazione di progetti simili a Zaanstad, Purmerend, Amsterdam, Haarlem e Apeldoorn. Per maggiori informazioni è possibile consultare overmorgen.nl/en/

      

    A proposito di AKD Advocaten

    AKD Benelux Advocaten è uno studio legale con sedi in Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. AKD vanta ampissima esperienza nei progetti legati all'energia.

L'impatto

Questa rete, sostenibile e diffusa sul territorio della città, coprirà il 10% del fabbisogno di calore di Anversa entro il 2030. Successivi ampliamenti consentiranno di coprire una parte significativa della città entro il 2050. Per realizzare questa visione, è necessario pensare da subito a come il fabbisogno di calore e le altre infrastrutture programmate evolveranno in futuro. L'obiettivo di questa rete di teleriscaldamento è ridurre le emissioni di CO2 di Anversa di 71 kton entro il 2030.


Vuoi continuare a leggere?
Anche questo potrebbe interessarti

Scrivi a {name} per avere informazioni e risposte

Arcadis will use your name and email address only to respond to your question. More information can be found in our Privacy policy