8 MW

potenza fornita dalla microrete di Daintree

- 4 milioni di litri

la quantità di diesel che la regione di Daintree non dovrà più bruciare per produrre energia

Attualmente in visione

La sfida

La regione australiana di Daintree, nel Far North Queensland, è nota in tutto il mondo per la sua foresta pluviale e il suo ecosistema unico sul pianeta; è infatti protetta in quanto patrimonio dell'umanità. Tuttavia, è isolata rispetto alla rete elettrica del Queensland, e per questo è costretta a fare affidamento su grandi quantità di diesel per la produzione di energia. I 4 milioni di litri di diesel bruciati ogni anno causano emissioni nocive per la salute degli abitanti e danneggiano l'ambiente di una regione un tempo incontaminata.

L'inefficacia dei pannelli solari e i continui blackout hanno un impatto negativo sulla comunità e sulle attività commerciali, mentre il turismo è ostacolato sia dal danno d'immagine dovuto all'utilizzo del diesel, sia dalla mancanza di connessioni a banda larga e dalla scarsa disponibilità di sistemazioni con aria condizionata.

La soluzione

Per lo sviluppo delle soluzioni di ingegneria elettrica e civile necessari alla realizzazione del progetto Daintree, Arcadis ha stretto una collaborazione con Volt Advisory; questo consentirà ai privati e agli operatori turistici locali di beneficiare di una fornitura energetica rinnovabile, a basse emissioni e affidabile.

Il team Energy and Resources di Brisbane ha contribuito con le proprie competenze altamente specializzate in materia di progettazione e ingegneria, consentendo di affrontare le complessità e le sfide derivanti dall'integrazione di più tecnologie per la generazione di energia solare e l'accumulo di idrogeno. Avvalendosi della propria esperienza, i membri del team elaboreranno soluzioni di alto livello per la realizzazione di una rete di cavi sotterranea, eliminando la necessità di ricorrere a cavi sospesi, che incidono sull'ecosistema incontaminato della regione.

Fornire energia affidabile da fonti rinnovabili al 100% è una sfida non da poco, a causa dell'intermittenza nella fornitura di energia solare e del ritardo nella risposta delle celle a idrogeno in caso di anomalie nella fornitura elettrica.

Il team di Arcadis ha proposto una soluzione che prevede sia l'utilizzo di sistemi per l'accumulo di energia solare e a batteria, sia l'impiego di idrogeno. Abbiamo consentito di massimizzare l'uso di energia solare senza interruzioni programmando i periodi di generazione per limitare al minimo le anomalie e collaborando con professionisti dell'installazione per collegare tutti i punti di distribuzione con un impatto minimo sull'ambiente.

Il progetto includerà inoltre una rete in fibra ottica che fornirà alla regione connessioni Internet a banda larga, grazie all'integrazione con la rete di cavi sotterranea.

L'impatto

La microrete per Daintree è un progetto trasformativo e ad alto profilo per il settore dell'energia rinnovabile australiano e per le comunità locali, nonché un passo decisivo verso un futuro sostenibile.

Questa rete offrirà infatti un notevole contributo nel proteggere l'ambiente naturale dai rischi legati al consumo di 4 milioni di litri di diesel all'anno per la generazione di energia,

fornirà un massimo di 8 MW di energia a oltre 300 clienti locali e a varie strutture di accoglienza per turisti, per un totale di 9,6 GWh l'anno.

La realizzazione del progetto consentirà ai settori residenziale, aziendale e turistico di operare con energia proveniente da fonti rinnovabili e affidabili, oltre a utilizzare connessioni a banda larga veloci ed efficienti.

Il progetto sarà una dimostrazione efficace di come la generazione e l'accumulo sostenibili di energia possano essere realizzati con successo.


Servizi utilizzati

Scrivi a {name} per avere maggiori informazioni

Arcadis userà il tuo nome e il tuo indirizzo email solo per rispondere alla tua domanda. Puoi trovare maggiori informazioni nella nostra Privacy policy.